Valutazione neurofisiologica

Supporto diagnostico

L’elettroneurografia (ENG) ed elettromiografia (EMG) sono due esami diagnostici che valutano la funzionalità delle grosse fibre dei nervi periferici e dei muscoli scheletrici, permettendo di localizzare la sede della lesione, stabilire la gravità ed il decorso di varie malattie neuromuscolari.

Tra le sue applicazioni diagnostiche troviamo:
– Neuropatie da intrappolamento (e.g. nervo mediano);
– Patologie responsabili di sofferenza radicolare per fenomeni degenerativi, compressivo- infiammatori (e.g., ernia del disco);
– Plessopatie infiammatorie, traumatiche (e.g. plessopatia brachiale);
– Polineuropatie infiammatorie e metaboliche (e.g. polineuropatia diabetica);
– Malattie complesse del midollo spinale e dei nervi periferici (e.g. sclerosi laterale amiotrofica);
– Miopatie, miositi e malattie neuro-muscolari (e.g. sindromi miasteniche).

Inoltre il servizio di neurofisiologia permette di valutare la funzionalità della via sensitiva tattile e propriocettiva afferente, dalla periferia fino alla corteccia attraverso i potenziali evocati somatosensoriali (PESS), di valutare un coinvolgimento specifico della placca neuromuscolare (DESMEDT, SFEMG), o una sofferenza delle fibre cutanee sudomotorie (SSR).